Questo portale non gestisce cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici per autenticazioni, navigazione ed altre funzioni. Navigando, si accetta di ricevere cookie sul proprio dispositivo. Visualizza l'informativa estesa.
Hai negato l'utilizzo di cookie. Questa decisione può essere revocata.
Hai accettato l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Questa decisione può essere revocata.

Curiosità

Surbo avrebbe preso il nome o da "Suburbium", cioè sobborgo di Lecce, oppure dai "sorbi", pianta il cui frutto ha sapore acidulo, un tempo molto diffusa nel suo territorio.

Rimedi popolari:

  • Contro l’acidità di stomaco si masticava una fava cruda.
  • Per i dolori reumatici si faceva bollire dell’olio con il bicarbonato, e poi lo si usava per massaggi.
  • Impacchi di  crusca e aceto servivano per le infiammazioni.
  • "Zangune stumpatu": serviva per lenire i lividi.
  • Le radici della gramigna e della menta, bollite e filtrate, servivano per curare i calcoli renali.
  • Un suffumigio fatto mettendo foglie e bacche di mortella in una bacinella con acqua bollente serviva a calmare la tosse.
  • Per lenire il mal di testa o il mal di gola, si poggiava sulla parte un fazzoletto contenente cenere calda.
Torna a inizio pagina